10 commenti su “Le 5 principali scoperte scientifiche di Curiosity

  1. Ciao Ross, come va? 🙂
    Allora…Imamgini come queste, specie la “n. 6”, mi fanno pensare che l’acqua liquida..ci sia-magari!!!!-. Sai , c’e una poesia di tale “antonia pozzi” che studiai a scuola e che diceva “…e mi sembra che ad una svolta nascano le primule..ma il ghiaccio inazzurra i sentieri, un lento pallore devasta i colori del cielo, e’ inverno, anima, e’ inverno…”. E cosi’ per Marte: “sembra di vedere crescere i fiori, e gli uccelli volare…mi sembra che in rigogliose valli scorrano fiumi di acqua liquida e copiasa…ma temperature estreme ne impediscono la liquefazione, e tempeste di sabbia avvolgono tutto il pianeta…Marte non e’ la Terra, amico mio, non e’ la Terra..”.

    Io sono convinto pero’ che “sacche” di acqua liquida siano presenti su Marte, e che ci siano anche fiumi sotterranei e che, in un passato non sappiamo quanto remoto, c’era acqua in superficie. Ma le sonde ci diranno sempre che “forse c’e stata acqua”. Sempre questo “forse”. Quando si dira’ che l’acqua c’era di sicuro, o c’e ancora? Mah….

    Ciao Ross, e complimenti per il post.

    Marghian

    • E’ vero! tante sonde che dicono sempre “forse” “forse” di certezze non ce ne sono, ma se pensiamo che l’universo esiste da miliardi di anni, come non pensare che tra una miliardata e l’altra Marte non fosse simile alla Terra? e che tra una miliardata e l’altra su una delle Lune dGiove o Saturno, non diranno la stessa cosa della Terra, quando sarà,magari, come ora è Marte? Bella la poesia e complimenti per la memoria, iuo non le ricordo più le poesie che studiai una..miliardata.. di anni fà.
      Grazie per i commenti, su di te si può fare sempre affidamento.
      Buona serata
      Ross

    • E’ vero! tante sonde che dicono sempre “forse” “forse” di certezze non ce ne sono, ma se pensiamo che l’universo esiste da miliardi di anni, come non pensare che tra una miliardata e l’altra Marte non fosse simile alla Terra? e che tra una miliardata e l’altra su una delle Lune dGiove o Saturno, non diranno la stessa cosa della Terra, quando sarà,magari, come ora è Marte? Bella la poesia e complimenti per la memoria, iuo non le ricordo più le poesie che studiai una..miliardata.. di anni fà.
      Grazie per i commenti, su di te si può fare sempre affidamento.
      Buona serata
      Ross

      • Ciao Ross, grazie per la ..fiducia, ma pensa che anche io posso scriverti cose sbagliate (da non prendere tutte per oro colato).

        Pur se e’ vero che “fra una miliardata di anni” un certo pianeta potra’ diventare simile alla Terra, o se qualche miliardo di anni fa o due (stiamo parlando del NOSTRO sistema solare, su molti altri delle “Terra” forse esistono attualmente…) un pianeta, ad esempio Venere, lo sia stato in passato, la mia obiezione e’ solo che seppure sono importantissime ed utilissime le missioni con le sonde automatiche (queste sonde sono addirittura “gloriose”, pensa alla sonda “Viking” per esempio), non si cavera’ un ragno dal buco (e cavare un ragno da un buco su Marte sarebbe un successone 🙂 ) se non vi andra’ l’uomo. Missioni della dirata di sei o dieci mesi durante le quali astronauti esplorano Marte.

        Piero Angela una volta ha detto: “non serve mandarci degli uomini,.con dei robots si potra’….” eccetera eccetera. Ecco, io non sono d’accordo. Le sonde sono utili, pero’ devono fare da apripista per le missioni umane. E speriamo che, una volta per tutte, si dica-senza smentite…- che l’acqua c’era, o c’e.

        Non e’ scontato che tutti i corpi celesti siano stati o saranno come la Terra: una luna di Giove, ad esempio, non potra’ mai diventare come la Terra pur avendone le potenzialita’. “Titano”, ad esempio, e’ in una zona troppo fredda per evolvere come pianeta abitato. Considera poi un’altra cosa, Ross.

        Se Titano si trovasse “alla distanza giusta dal Sole”, magari con la poca gravita’ non riuscirebbe a trattenere una atmosfera densa come quella che ha, perche’ i “venti solari” spazzerebbero via i gas. Ma e’ anche possibile (in altri sistemi solari) che un pianeta anche piccolo come Titano, per una serie di circostanze fortuite, sia un “piccolo paradiso” (magari ruota lentamente, e c’e meno forza centrifuga, magari i “venti solari” non sono molto forti, eccetera).

        Tornando a Marte, credo pero’ che la scoperta definitiva di acqua e vita (passata o presente) avverra’ solo con lo sbarco di equipaggi umani. Non escludo, pero’, che anche tramite una sonda possa essere fatta la scoperta del secolo….direi la conferma della scoperta (gia’ l’esistenza di valli alluvionali, di antichi letti fluviali dovrebbero deporre a favore del “si'” per l’acqua e, chissa’, per la vita).

        Okay, Ross, ciao 🙂

        Marghian

  2. *Brava Ross!!!! ciao. Il post non e’ sui nuraghi come argomento di archeologia e storia della Sardegna, e probabilmente omettero’, fra le altre cose, il “caso Barumini”, lasciando intendere una tale configurazione di villaggio e “fortezza-tempio” in un discorso ben piu’ generalizzato.

    Ross, pare che il “re pastore” (e’ una definizione convenzionale, si trattava se mai di un capo-tribu’ che era anche e forse soprattutto sacerdote..ma forse nemmeno questo e’ esatto, i sacerdoti erano una categoria di persone..il capo tribu’ era solo un “primus inter pares”-primo fra i pari-, e magari le funzioni rituali erano svolte da “perfetti sconosciuti” per noi, ma che erano investiti di un carisma particolare…pensa agli sciamani, perche’ proprio lo sciamanesimo era la religione dei sardi. Pare che sia sbagliato Ross-non da parte tua, ma da parte della maggioranza delle fonti- che nel nuraghe ..ci vivesse il capo con la sua famiglia. No, il capo viveva in una capanna, magari piu’ grosa e piu’ bella, e come capo sovrintendeva forse a piu’ villaggi. Il nuraghe, se tu lo vedi da dentro, non e’per niente funzionale come abitazione.

    Tre nicchie o quattro nicchie dove ci sta appena una stuoia-dette convenzionalmente “nicchie giaciglio”- poste alle pareti, con soli cinque o sei metri di diametro all’interno fanno pensare che la funzione non fosse di abitazione, bensi’ era adibito molto probabilmente a funzioni rituali. La camera superiore quando c’era aveva un diametro la meta’ di quella inferiore, come pure dicasi per l’altezza. Forse i nuraghi non erano delle abitazioni, ne’ silos per la conservazione delle merci-come disse Berlusconi visitando il Nuraghe di Losa ad Abbasanta o quello di Barumini, non ricordo bene.

    Se ci pensi, anche una chiesa e’ disabitata, e si riempie di gente soltanto “per l’occasione” (comunque, spiegero’ tutto nel post). Ciao Ross, e grazie

    Marghian

  3. Ciao Ross. Come va? Io sono sempre dell’idea che ci dobbiamo andare noi- non io e te, Ross..magari!- con vanga e piccone-faccio per dire, ma non piu’ di tanto….-, e allora si’ che Marte ci svelera’ i suoi segreti. Basta andarli a prendere….di persona, i robottini fanno quello che possono.

    Prendi la qustione della “assenza di metano”. Probabilmente e’ vero, “non ce ne'”. Ma quello che mi lascia basito e’ che Marte, come tutti i pianeti, si e’ formato con il continuo cozzare contro di meteoriti e comete o comunque…frammenti detti “planetesimi” (vorrebbe dire “parti di un pianeta -che si sta formando- cosi’ come “centesimo” indica una parte di cento….-). Un meteorite, quando vien messo “sotto i riflettori” e cioe’ analizzato, spesso contiene del metano ed altri elementi organici-addirittura amminoacidi eccetera-. Ecco che..mi sembra strano che su tutto il pianeta manchi o scarseggi il metano. I vulcani, come l’Olimpus Mons, alto 24 chilometri, per milioni di anni ha eruttato elementi di ogni tipo. “Manca il metano..”. E se…il metano fosse scarso proprio dove “Curiosity” ha fatto i rilevamenti del caso?

    Immagina che io, nel mio terreno, stia cercando l’acqua. Non ne trovo, nemmeno a decine di metri di profondita’. Un mio “vicino di campagna”, a qualche centinaio di metri dal mio terreno, trova nel suo poderel’acqua a quattro o cinque metri dal suolo. Ecco, e’ probabile che…”Curiosity” sia sceso proprio in un punto dove c’e poco metano, esattamente come nel mio-ipotetico- terreno, non c’e l’acqua. Ma forse, altrove, ce ne’.
    Si’, lo so che la NASA ha SCELTO il cratere GALE, ma non so comunque se “fidarmi” o meno.

    Con le missioni con equipaggi umani la cosa sara’ diversa. Speleologia, ricerche sul posto….eccetera. Ciao Ross.

    Marghian

    • Hai ragione! bisogna scavare e savare ancora prima di essere sicuri, e forse non sarebbe sufficiente.
      Quanti secoli ci sono voluti all’uomo per scoprire le proprietà della Terra? se penso, poi, che Marte
      ha qualche miliardata di anni, non potremo mai sapere quanti e quali civiltà ha ospitato .. a meno
      che non ce lo dicano loro…non credo però che le extraciviltà che hanno aiutato nell’antichità l’uomo
      ad evolversi siano originarie di Marte, forse Marte era solo una loro base come lo è ora la Terra, checchè
      ne dica il nsotro amico. Andare io e te? sai probabilmente non avrei il coraggio di fare la pioniera,
      i futuri esploratori planetari dovranno nascere da nuove generazioni, dovranno essere forti e intelligenti
      e soprattutto avere non più del 30% del DNA dell’attuale umanità, peccato non esserci però.
      Ciao e grazie
      Ross, 😀

  4. Oh ciao Ross. Beh, io credo che sara’ sufficiente.almeno a scoprire delle cose in piu’ che con i robots e le sonde automatiche. Non ha importanza scoprire “tutte le proprieta’” di Marte – anticamente non si sapeva che la Terra fosse rotonda, ma la si sfruttava, la si esplorava, si scoprivano nuovi continenti-molto prima di Colombo, i Vichinghi per esempio.
    Io mi ritengo sicuro che il metano, nel sottosuolo, ci sia . In superficie, forse, dei processi fisici possono averlo “distrutto”, dissociandolo in molecole piu’ semplici (il Sole,ad esempio, non avendo Marte-oggi, ieri chissa’…- una protezione come ce l’ha la terra, puo’ aver dissiciato il metano in molecole piu’ semplici o nei suoi singoli atomi-passando chimicamente parlando dal “composto” a degli elementi semplici. Ma sottoterra, su Marte (si’, sottoterra su Marte”, non e’ un gioco di contrari, perche’ “terra” significa semplicemente “suolo” ed il nostro pianeta porta questo nome da quando la si riteneva piatta…), il metano c’e, ci scommetto.

    Riguardo a civilta’ su Marte, io mi manterrei prudente (l’uomo ha impiegato parecchio ad apparire ed a sopravvivere). Piuttosto io sarei molto possibilista su un “marte” che qualche miliardo di anni fa’ fosse molto simile alla Terra, e persino abitato da forme vegetali ed animali. Forse un impatto, forse una “morte lenta” ha creato le condizioni attuali di Marte ma…qualche fossile, od ancora oggi qualche “nicchia” di vita puo’ eserci, ma se queste nicchie di vita si trovano nelle profondita’ di grotte e di cavita’ sotterranee, sotto “laghi ghiacciati”, questo potra’ scoprirlo solo l’uomo, stando sul posto.

    La Nasa ci presenta l’immagine del “polo sud di Marte”, con la sua calotta di ghiaccio, e li’ vicino, un “mare ghiacciato” grande, dice “lei”, quanto il Mare del Nord” – cosi’ ho letto-, e che..se si sciogliesse l’acqua che su Marte si trova come ghiaccio, si avrebbe un oceano della profondita’ media di circa 11 metri. Poco? “Profondita’ media”, ovverosia, in certi punti, chilometri di profondita’ (pensa ai “canyons” ed alle depressioni che ci sono, su Marte- molte di loro, forse, bacini di antichi laghi, se non addiritura mari).

    “Peccato non esserci”. magari…dal “paradiso” daremo una sbirciatina a tutto quello che succedera’ da qui a tre, quattocento anni, e ne vedremo delle belle. Ma dai, che’ qualcosa faremo in temo a vederla, la vita e’ lunga 🙂 speriamo. Ciao Ross 🙂

    Marghian

  5. Posso suggerirti io, ora, un post? In Georgia e’ stato trovato un teschio di ominide risalentead 1 milione e 800 mila anni, e che suggerisce che fosse di un antenato comune a tutte le specie del genere “homo” (fonte: tgr leonardo di qualche giorno fa). Dai, fallo, che’ cosi’ ci scriviamo dei bei commenti…chissa’ che questo ominide non venga da Marte 🙂 scherzo, ma e’ vero seriamente che sulle origini dell’uomo ci abbiamo capito un kaiser 😆

    Ciao.

I commenti sono chiusi.