14 commenti su “Le prime stelle cadenti del 2014

    • Grazie Silvia, anche a te e se ti capita di vedere una stella cadente ti auguro che si avveri il tuo desiderio.
      Ciao

  1. ogni volta se vedo una stella cadente esprimavo un desiderio.. (ovviamente mai nessuno si ha avverato) questo anno ho deciso che la prima stella cadente do il nome di un mio parente o amico con il pensiero che include tvb … vediamo se poi questa persona sente qualcosa 😀

    • è un’idea! lo farò anch’io, sempre che riesca a vederne una. Quando arrivano a San Lorenzo, il 15 Agosto, sono in montagna e, manco a farlo a posto, ogni volta il cielo è nuvoloso, e pensare che da liì il cielo sembra di toccarlo da tanto è bello.
      Ciao

        • Ma le stelle cadenti sono sfortunate, cadono… 🙂
          Ma io mi chiedo: chissa’ se le stelle, prima di esprimere un desiderio, aspettano che …cada la Terra?

          Ciao Rebecca 🙂

          Marghian

  2. Ciao Ross. Ti ho risposto, ma..magari hai gia’ letto, data la tempestivita’ con la quale mi hai risposto 😆

    Ciao

  3. Io- non sto scherzando, ora…- ne ho viste pochissime, sapete? Si’ e no, una decina di volte nella vita, davvero. In compenso ho visto una stella-vera, non un granello di ghiaccio quale e’ una stella cadente- spegnersi. La guardavo, quella stellina (non era un satellite, era ferma..) e poi, pian pnano, si era affievolita fino a scomparire. Prima era luminosissima, stava proprio sopra la mia testa- zenit- e la fissavo, quasi capivo che quella stella aveva qualcosa di “strano” (trepidazione percepita forse inconsapevolmente, o che so io…). Non c’erano nuvole, quella notte, nessuna nube ecliss’ la stellina che..scompari’, mentre le altre migliaia di stelle erano li’, xhw brillavano nel cielo d’estate. Era una sera di agosto del 1979. Ciao.

    Marghian

    • Sei sicuro fosse una stella? magari era un Ufo che poi si è eclissato. Come fà una stella a spegnersi in così poco tempo? Anch’io ne ho viste pochissime,i n montagna in 23 anni, a San Lorenzo, ne avrò viste giusto un paio e i desideri non si sono avverati…. mentre anch’io nei lontani anni 70, un sera d’Agosto su di un terrazzo affacciato sullo spelndido lago Maggiore ho visto quella che sembrava una stella cadente ma poi, invece di cadere, si è spostata orizzontalmente sulla destra scomparendo poi nell’oscurità. Gli amici dissero che probabilmente era un satellite, ma il dubbio mi è sempre rimasto: cos’era veramente? Allora non c’erano i cellulari (bei tempi!) e quindi non potei fare filmanti, peccato! Ciao

      • Ciao Ross. Non sono affatto sicuro, infatti, che fosse una stella. Pero’ aveva proprio l’apparenza di una stella “fissa” come tante altre. Improbabile ma possibile, in linea di massima assistere allo “spegnersi” pressoche’ istantaneo di una stella. Questo fu quanto mi spiego’ in commento un fisico. Allora commentavo, gia’ con il mome di Marghian, in un blog scientifico, prima che io avessi il mio primo blog. . C’erano due o tre che sapevano di fisica, e posi loro questo quesito: “puo’ essere stata una stella che si e’ spenta?”. “Non e’ del tutto da escludersi” fu la risposta, pero’ non saprei come cio’ possa accadere. Una stella che “muore” diventa, in certi cas,i una “gigante rossa” che aumenta il suo diametro fino ad essere piu’ grossa dell’orbita della Terra (150 milioni di chilometri). Non so pero’ se in questo caso, la sua luce si indebolisce da diventare – ad una certa distanza- non piu’ visibile ad occhio nudo. C’e da dire pero’ che “gigante rossa” una stella come il Sole lo diventa in decine di anni, forse di piu’. Una stella piu’ grossa che collassa in stella di neutroni o buco nero per prima cosa diventa luminosissi,a (altro che spegnersi!!) come “supernova”, poi compare una “nebulosa” che riamne li’ per milioni di anni. La “nebuolsa del granchio e’ quello che resta di una stella esplosa come “supernova” nel medioevo, nel 1050 circa. Le cronache cinesi riportano che “l’astro era visibile anche di giorno. Al centro di quella nebulosa c’e una stella di neutroni. Alla luce di tutto questo, mi riesce difficile ora pensare che possa essere stata una stella che si sia spenta “istantaneamente”. Considera pero’ che molte cose non le so.

        Ho provato ad immaginare anche un repentino collasso gravitazionale da rendere la stella invisibile a docchio nudo. Pero’ resta il fatto che il collasso di una stella genera una espansione dei gas esterni (come gigante rossa o come supernova), e siamo daccapo. Una stella diventata “buco nero”? No, questo evento deve per forza passare attraverso la fase di “supernova” (almeno credo) A meno che-e cosi’ si taglierebbe la testa al toro – non si trattasse di un satellite, con un movimento radiale – cioe’ nel senso del mio sguardo- in allontanamento. Solo che “quella luce” era sopra la mia testa. Trattandosi di un satellite, avrei potuto vederlo muoversi solo “in orizzontale”, come nel caso della tua esperienza. Mi sa che e’ meglio “lasciare cadere la cosa” (o la stella), Non saprei cosa vidi quella notte, il “mistero” rimane.

        Gia’, bei tempi senza i cellulari. Ciao Ross.

        Marghian

        • Credo che il fatto che una nana bianca,o una gigante rossa o qualsiasi altro tipo di stella possa anche spegnersi “istantaneamente” ma credo che l’istante di una stella corrisponda a qualche miolionata di anni per noi, giusto opp. ho detto una stupidata? Caro maestro correggimi, mi raccomando. Per me, concludendo, hai visto un qualcosa non appartentente all’uomo opp. a questa epoca, magari arrivava dal futuro… quasi quasi lo chiedo a bleff…..
          Ciao e buona notte

  4. Ciao Ross. Ti correggo solo su una cosa, anche se e’giusta, “che l’istante di una stella corrisponda a qualche miolionata di anni”. Perche’ questa cosa e’ giusta e sbagliata allo stesso tempo? Per il semplice fatto che, se e’ vero che per una stella un istante e’ come um milione di anni, e’ anche vero che per “istantabeo” si intendeva una cosa rapportata a me, “ho visto qualcosa di simile ad una stella spegnersi in un istante”, quindi i milioni di anni non c’entrano. Se si fosse trattato davvero di una stella, questa si sarebbe spenta davvero in una manciata di secondi (o almeno, sarebbe scomparsa alla mia vista in quei pochi secondi). Ti correggo su un’altra piccola cosa, Ross: **non sono un maestro, eh, ce ne corre… 🙂

    “qualcosa non appartentente all’uomo opp. a questa epoca, magari arrivava dal futuro…” magari!!!

    Ma, a prescindere da me eda quella stellina, c’e davvero la teoria che gli ufo siano veicoli terrestri ma che vengono dal futuro. Immagina l’anno 5600. Si e’ scoperto da qualche secolo il modo di viaggiare nel tempo. Ecco che, per divertimento od a scopi scientifici, secondo questa teoria dei veicoli decollerebbero ed i piloti, ad un certo punto, nel momento guisto: “attivare salto temporare, regoliamo il sistema su “dieci ottobre 1971 ore 11 tempo di greenwich, coordinate spaziali ..” e, come in “ritorno al futuro”, il veicolo sparisce dai cieli del 5600 ed appare nei cieli di una determinata zona, nel 1971, dieci ottobre ore 11 tempo di greenwich. Se alcuni cacciatori in africa, venissero sprpresi a sparare alla selvaggina con delle armi laser…potrebbe trattarsi di un “safari” organizzato da dei nostri lontani pronipoti. Non e’ ancora successo, e la cosa rimane molto teorica, anzi fantascientifica (come ti direbbe anche Blef). Ciao Ross carissima 🙂 .

    Marghian

  5. “e’ anche vero che per “istantabeo”..non ci credo, “istantaneo”, naturalmente… 🙂

I commenti sono chiusi.