12 commenti su “Come i robot cambieranno il futuro dell’uomo

  1. Ciao Ross, non so se una giorno i robot del futuro sono in grado ad sotituire l’essere umano… hai visto una volta il film A.I. – Intelligenza artificiale??? Mi ha molto comosso e spaventato come si comporta l’essere umano… forse sarebbe il mondo migliore senza di noi… ma io non vorrei mai avere un robot in casa, forse per il fatto che mi potrei piacere, e io iniziarebbe preferie la compagnia di un roboto anzi del essere umano… abbi una serena serata un bacio Pif

    • Ciao Rebecca, lieta di risentirti. Più che sostituire l’essere umano credo che in un lontano futuro l’uomo ne diventerò totalmente dipendente e . forse , suo schiavo. Un robot in casa? bè se ti lavasse i vetri, i pavimenti,il bagno,pulisse gli armadietti,stirasse ecc.ecc. forse non sarebbe male averne uno 😆 Per quanto riguarda la compagnia sicuramente sarebbe migliore quella umana e animale. Il film A.I mi è piaciuto tantissimo e mi ha commosso molto, spero che l’umanità non arrivi a tanto, anche se la pazzia umana è infinita.
      Grazie e ciao 😀

      • Anche a me ha molto comosso il film A.I. mi facevano anche pena i robot che hanno distruto come divertimento..
        ieri ho parlato con gianni mi piacerebbe un roboto che sarebbe capace guidare un auto e camper… cosi diurante il viaggio Gianni e io possiamo dormire 😀 … passare da te per me è sempre un piacere… comunque un Robor in casa non quasta ne anche 🙂

    • Ciao Lauretta, grazie, ma dimmi non ti piacerebbe avere un robottino che ti facesse tutti i lavori domestici? la cucina no, però, saresti comunque più brava tu. :rol:

      • Non sarebbe male avere un robot che fa tutto, anche in cucina, io do solo le direttive, 😀 baci cara, buon weekend, ❤

        • “La penna che sa scrivee da sola…in un minuto i compiti di scuola…” (gia’ ci aveva pensato l’autore di questa canzone dello Zecchino d’oro, “Se fossi Leonardo”).

  2. Ciao Ross, ciao a tutte quante. “Pane per i miei denti”, questa cosa dei robots. Allora..innanzitutto, la questione se l’uomo sara’ dominato- addirittura sopraffatto- dalle macchine, o se invece manterrà le rediini del gioco dipende in primis dall’uomo, che crea le macchine. Asimov, “stilo'” le tre leggi della robotica, una sorta di “dieci comandamenti”- oops, tre..comandamenti- per i robots, e che sono:

    1) “Un robot non può far del male ad un essere umano né per intervento diretto, ne’ per “omissione”, arrecando danno ad un uomo per mancato intervento od imperizia;

    2) Un robot deve obbedire agli ordini impartiti loro dagli esseri umani, sempre che questi ordini non contravvengano alla prima legge; .

    3) Un robot deve proteggere la propria esistenza, purché questa autodifesa vada contro la prima o la seconda delle tre leggi”.

    L’uomo, nel costruire un robot intelligente- non servono, queste leggi, per un robottino da cucina o per la macchina del caffe’ 🙂 – deve prima di tutto ” inculcare ” subito, nella macchina, queste leggi, e non fare come Dio o chi per lui, che ha dato i comandamenti all’uomo dopo millenni, quando era ormai troppo tardi, viste le cose che combiniamo…A tal proposito, mi ricordo un fumetto, dove fu costruito un robot in forma umana (androide) e i costruttori dissero “ci siamo dimenticati di programmarlo al male!” . Ecco, l’uomo non deve dimenticare di programmare le macchine al bene.

    Non escludo che le macchine potranno un giorno “diventare la specie dominante”, ma lo ritengo molto difficile; e sta comunque a noi usare la nostra intelligenza.

    Attenzione, “intelligenza” NON significa “velocita’ di calcolo”: anche se l’uomo fatica a fare “2+2” o non ricorda dove ha messo le chiavi, e’ sempre e comunque piu’ intelligente: la fantasia, l’immaginazione, i sogni, LA CONSAPEVOLEZZA DI ESISTERE, la capacita’ stessa do costruire il robot..e’ piu’ intelligente l’uomo, non c’e dubbio. Una creatura non puo’ essere piu’ intelligente del creatore. Piu’ veloce, piu’ resistente, piu’ forte, ma non piu’ intelligente.

    Il robot, la macchina, puo’ evolvere fino a prestazioni oggi nemmeno immaginabili, pero’.. L’essere umano, e mi collego al punto precedente, “la nostra intelligenza”- ha comunque e proprio per qesto una marcia in piu’ che nessuna evoluzione puo’ dare ad una macchiha: la coscienza, e questa e’ una carta che l’uomo deve saper giocare, per non farsi battere da un suo giocattolo. Ciao.

    Marghian

  3. Ah, sapete di questa teoria secondo la quale, nell’universo, esisterebbero civilta’ fatte..di sole macchine? Immaginate una civilta’ come la nostra, che ad un certo punto costrusce dei robots sempre piu’ intelligenti, e questi sopraffanno l’uomo, non ne hanno piu’ bisogno e possono riprodursi lavorando in officine dove fabbricano altri loro simili. I robots stessi costruiscono macchine sempre migliori. Un popolo di macchine che poi parte anche alla conquista dello spazio e…Da un disco volante, che atterrasse qui, ne uscirebbe un alieno-macchina, praticamente un androide, che ci spiegherebbe qualcosa del genere: “i nostri creatori erano esseri simili a voi, loro si sono estinti e noi abbiamo continuato al posto loro, grazie al nostro essere macchine, cioe’ non soggette alla morte ne’ a stanchezza…noi possiamo viaggiare per millenni nello spazio..”.
    Terribile, ed affascinante insieme. Dubito, pero’, che questo possa succedere. Ciao 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...