18 commenti su “Scoperte le onde gravitazionali teorizzate da Einstein

    • Ecco, ora lo vedo, il commento. Era in spam, vero? WP fa cosi’, quando c’e un link.

      Laura, ti invito al mio blog principale (che non e’ quello che si apre automaticamente, per piccoli pregressi errori di wp soprattutto). Ne avrei piacere (se non lo hai ancora visto, clicca sul link del commento sopra..c’e un bel da leggere eh? 🙂 ) Ciao, buona serata 🙂

      Marghian

  1. Ciao Ross. Me lo avevi comunicato, non mi ricordavo- che testa..- 🙂
    Poco fa ho provato a postare un commento con il link del mio blog, ed ho scritto “per il mio pensiero sull’argomento, (link) cosi’ faccio prima”. Ma non mi vedo il commento. Succede questo, Ross. Quando un commento contiene un link, WordPress lo mette bellamente e protnamente in SPAM. Lo so perché mi e’ successo miriadi di volte. Fai una cosa, quando hai tempo vai su Spam, sono quasi certo che il commento e’ li’.

    “.. Stefania Giannini. “Un regalo perfetto per i 100 anni della Relatività Generale di Albert Einstein, che è stato il primo a pensarle e descriverle nelle sue equazioni””. Vero. Stefania Giannini, meglio della collega Maria Stella Gelmini, che da ministro della ricerca scientifica disse “i neutrini corrono in un tunnel che il nostro governo- Berlusconi- ha fatto costruire, che va dal Gran Sasso a Ginevra, abbiamo speso tot milioni di euro!” E Fabio Fazio che la intervistava le disse: “i neutini che passano in un tunnel..neutreni, allora!”. Infatti non c’e nessun tunnel, i neutrini attraversano la roccia – el a Terra intera- come fosse burro, anzi meglio. Non c’e bisogno di tunnel! Quando si dice “propaganda”.pardon, ignoranza 😆
    (segue)

    • (seguito). Vi esprimo.. brevemente 😆 il mio pensiero con un “copia-incolla”. E’ un mio commento di risposta ad una amica, nel mio stesso blog:

      “Ciao (nome) . Ho .intravisto il tuo commento ieri sera, volevo risponderti dopo averti scritto sull’altro blog ma ad un certo punto “impossibile visualizzare la pagina web”, ed erano le 22 che non mi ero ancora cucinato niente…. 🙂
      Piu’ che riscritti, i libri di fisica andrebbero… aggiornati, e molti nuovi libri saranno delle..conferme di quanto gia’ scritto, in teoria. Le onde gravitazionali sono spiegate con tanto di equazioni, ma mancava la sperimentazione pratica che ne provasse la reale esistenza. E con essa, di rimando, si e dimostrata anche l’esistenza dei buchi neri, che in quanto tali non possono essere visti con le onde elettromagnetiche (luce visibile, onde radio, raggi X, gamma). L’astronomia gravitazionale, la metodica praticamente “nata oggi” per osservare l’universo, ci permettera’ di scoprire tutto cio’ che non si vede. Cosa dire della materia oscura? La rilevazione di “correnti gravitazionali”, come le chiama Battiato ne “La cura”, ci permettera’ anche di sapere di piu’ anche su questo grande mistero. Non solo, le onde gravitazionali viaggiano per tutto l’universo senza “perdere informazione”, a differenza della luce e della radiazione in genere che, un po’, ne perde (su enormi distanze). Ecco che con l’astronomia gravitazionale potremo vedere, quando sara’, semplicemente molto piu’ lontano. Forse, io penso, cosi’ come si e’ studiato il big-bang sulla traccia lasciata come radiazione, la famosa radiazione di fondo, lo si studiera’ sulla base di una “analoga impronta gravitazionale”, quando in tal senso verranno perfezionati gli strumenti di osservazione. Interferometri ed atri stri,emto che verranno piazzati nello spazio, e molto probabilmente si inventeranno altre cose che permetteranno di osservare meglio di oggi queste onde gravitazionali. E ne vedremo delle belle. Ciao”
      Ciao Ross 🙂

      Marghian

    • Ciao Margh.,
      forte la battuta sui neu..treni. Per quanto riguarda i ministri e la cultura, devo dire che quando Striscia e Le Iene vanno davanti al Parlamento e fanno loro domande di varia cultura , salta fuori la loro istruzione. Inutile ogni altro commento, a volte fanno bene quando tirano dritto e non rispondono…. 🙂

      • Vero Ross, fanno meglio delle volte a tirare dritto e a dire “no comment”, a proposito de ” Inutile ogni altro commento” 🙂 io, pero’, non riesco mai a fare di tutta l’erba un fascio. Ci sono alcune menti raffinate, non faccio nomi per non dare un orientamento politico al tuo blog 🙂 , ma molti di loro “oia mommìa!” (forma contratta in sardo di “oh, mamma mia!” 😆 ). Ciao.

        Marghian

  2. Ah, Ross, praticamente mi riaffaccio qui dopo un anno e diversi mesi, quasi due. Oggi e’ il 5 dicembre 2017. “Zitta” che volevo fare un post a meta’ ottobre, su un “replay” che conferma la scoperta dell’anno scorso delle onde gravitazionali. Non solo, questa volta (ripeto, ottobre di quest’anno), si sono fuse insieme due stelle di neutroni, generando- ancora- onde gravitazionali. Con la controparte ottica, perche’ ore dopo e’ arrivato agli strumenti il “lampo” di questa grande esplosione di materia escpulsa dalle due stelle che si sono abbbracciate “mortalmente” e, inoltre, hanno sparato nello spazio neutroni e materiali pensanti. I quali si formano, ferro compreso, nelle stelle che esplodono come “supernove”. Volevo fare il post, e fra pigrizia e mancanza di tempo (pigrizia giustificata, aggiungici la stanchezza serale..), e non ho scritto nulla. Nell’altro blog, intendo.
    Comunque sempre loro, “Ligo” e “Virgo” insieme hanno captato le onde gravitazionali di questo evento.
    Intendiamoci, tutto produce onde gravitazionali, anche la mano che ti fa “ciao”. Ma per vedere le onde gravitazionali in questo caso, ci andrebbe uno strumento grande quanto il sistema solare. Quindi, possiamo vedere solo i segnali di eventi grossi, buchi neri e stelle di neutroni che si scontrano. Ah, sai come un astrofisico spiego’ le onde gravitazionali? “Per vedere le onde gravitazionali dovremmo dare un calcio al Sole”. Infatti, se il Sole improvvisamente si spostasse velocemente in un secondo di diverse migliaia di chilometri (come se rivevesse un calcio), si creerebbero onde gravitazionali “percepibili” da Ligo e Virgo, due interferometri a laser che stanno uno in America e uno in Toscana, vicino a Pisa. Ciao ciao 🙂

  3. La Gelmini, ricordo, disse:”nei tunnel passano i protoni, e che c’e da fare tanta polemica!”.
    Disse una cosa giusta: dopo che glielo avevano detto… 😆

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: